Indietro Leggi

Malattie Veneree / STI’s – Tutto quello che c’è da sapere

Conoscere tutto sulle malattie sessualmente trasmissibili.

  • MUGHETTO

    • Che cos’è?

      Il mughetto è causato da un tipo di lievito innocuo, che vive sulla pelle dell’uomo, nel cavo orale, nell’intestino e nella vagina.

      Talvolta questo tipo di lievito va un po’ fuori controllo e comincia a crescere più del dovuto.

      Come si diffonde?

      Nonostante sia possibile contrarlo anche in altro modo, avere rapporti sessuali non protetti è una modalità di trasmissione del mughetto.

      Quali sono i sintomi?

      Alcune persone non mostrano segni o sintomi, ma il mughetto può generare fastidio nell’area genitale, sia negli uomini sia  nelle donne.

      Nelle donne:

      · Secrezioni vaginali dense, simili a formaggio e dall’odore di lievito

      · Prurito, dolore e arrossamento nella zona intorno alla vagina, alla vulva o all’ano

      · Vulva gonfia

      · Dolore durante i rapporti sessuali o mentre si urina

      Negli uomini:

      · Prurito, bruciore e irritazione sotto il prepuzio o la punta del pene

      · Arrossamento o chiazze rosse sotto il prepuzio o la punta del pene

      · Difficoltà a retrarre il prepuzio

      · Secrezioni fluide o dense e simili a formaggio sotto il prepuzio

      · Fastidio mentre si urina

      Come si cura?

      La terapia - fortunatamente - è piuttosto semplice.

      Gli uomini in genere devono spalmare una crema all’interno del pene e nelle zone infette. Anche alle donne viene prescritta una crema, oltre a degli ovuli (farmaci dalla forma simile a quella delle supposte, da inserire nella vagina), che si inseriscono come un tampone.

      Per aiutare ad alleviare il prurito e il dolore, bisogna lavare l’area genitale solo con acqua, evitando  l’uso di saponi, che potrebbero risultare irritanti. Per escludere la possibilità di reinfezione è importante trattare entrambi i partner.

      Il mughetto prolifera in ambienti caldi e umidi. Pertanto, se avete avuto il mughetto di recente, assicuratevi di:

      · Non indossare collant o intimo che non sia in cotone

      · Non indossare pantaloni stretti, leggings in lycra o jeans

      · Non usare saponi profumati, spray genitali e deodoranti

      · Evitare l’uso di antibiotici, se possibile - se il medico ve li dovesse prescrivere, chiedete consiglio a lui

      Per ridurre le possibilità di contagio, usate il preservativo!

  • GONORREA

    • Che cos’è?

      La gonorrea è una malattia venerea causata da un tipo di batterio che ama stare nelle zone calde e umide del corpo come la vagina, la cervice, l’uretra, il retto e la gola.

      Come si diffonde?

      La diffusione di questa malattia venerea avviene attraverso rapporti sessuali vaginali, orali o anali senza l’uso del preservativo, oppure condividendo sex toys non lavati o non coperti con un preservativo.

      Quali sono i sintomi?

      Nelle donne:

      · Secrezioni vaginali anomale fluide o dense, di colore giallo o tendente al verde

      · Dolore mentre si urina

      · Infezione al retto o agli occhi

      · Infezione alla gola - potreste anche non accorgervi di averla!

      · Dolore o dolorabilità al basso ventre

      · Sanguinamento tra un ciclo e l’altro o mestruazioni più abbondanti

      Negli uomini:

      · Secrezioni di colore bianco, verde o giallo che possono bagnare la biancheria intima

      · Dolore mentre si urina

      · Infezione al retto o agli occhi

      · Infezione alla gola - potreste anche non accorgervi di averla!

      · Dolore o dolorabilità ai testicoli

      · Talvolta, infiammazione del prepuzio

      Come si cura?

      È necessario eseguire alcuni esami indolori e sottoporsi a una terapia. La gonorrea in fase iniziale può essere curata con un ciclo di antibiotici. Anche il vostro partner dovrà essere sottoposto alla terapia, per evitare una reinfezione.

      Per aiutare a prevenire il contagio, usate il preservativo!

       

  • HIV

    • Che cos’è?

      L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario (sistema attraverso cui l’organismo si difende dalla maggior parte delle infezioni). Una volta contratto, l’HIV resta per sempre. 

      Come si diffonde? 

      Il virus non sopravvive a lungo fuori dal corpo e reagisce male alle variazioni di temperatura o di luce. 

      Le modalità di trasmissione sono quindi costituite dallo scambio interno di liquidi corporei come:

      · Sperma o liquido vaginale, tramite rapporti vaginali, orali o anali non protetti, oppure scambiandosi sex toy con persone affette da HIV.

      · Sangue, tramite lo scambio di strumenti per iniezioni o attraverso donazioni di sangue contaminato

      · Latte materno, attraverso l’allattamento al seno - contagio dalla madre infetta al figlio. Una madre infetta può trasmettere la malattia al figlio anche durante la gravidanza o il parto.

      Non vi è alcuna evidenza di trasmissione della malattia venera attraverso l’uso condiviso di wc, bicchieri o tazze, in ambienti come le piscine o tramite un bacio alla francese.

      Quali sono i sintomi?

      L’unico modo per capire se si è affetti da HIV è eseguire un test di positività all’HIV; dal momento in cui il virus viene contratto, in genere passano tre o più mesi prima che possa essere rilevato da un esame del sangue. L’esecuzione regolare del test per l’HIV non può quindi essere considerata garanzia di sicurezza. Alcuni possono aver contratto la malattia venerea e tuttavia sentirsi in piena salute e apparire agli occhi degli altri in ottima salute anche per anni, ma essere comunque in grado di trasmettere la malattia. Altri invece possono essere colpiti dalla malattia venerea più velocemente. 

      Il virus dell’HIV attacca i linfociti T presenti nel sangue. Con il diminuire progressivo del numero di linfociti T, il sistema immunitario si indebolisce. A questo punto può svilupparsi l’AIDS (sindrome dell’immunodeficienza acquisita).

      Come si cura?

      Non esiste una cura per questa malattia venerea! Attualmente non vi è una cura per l’HIV/AIDS.

      Esistono però dei farmaci in grado di rallentare gli effetti del virus, che tuttavia permane nell’organismo.   

      Per aiutare a prevenire il contagio, usate il preservativo!

  • CLAMIDIA

    • Che cos’è?

      La clamidia è una malattia venerea che può colpire sia gli uomini che le donne.

      Tuttavia, se trasmessa alla donna, può causare la malattia infiammatoria pelvica (PID), che può portare alla sterilità. 

      Come si diffonde? 

      La clamidia si diffonde tramite rapporti sessuali non protetti con un individuo che ha l’infezione. L’infezione può anche non essere evidente, in quanto il 70-80% delle persone non presenta sintomi.

      Quali sono i sintomi? 

      · Bisogno di urinare di frequente e sensazione di bruciore o fastidio mentre si urina.

      · Per gli uomini, leggera fuoriuscita di liquido torbido dalla punta del pene, per lo più al mattino (liquido diverso dallo sperma), oppure testicoli gonfi e doloranti.

      · Secrezioni anomale dalla vagina, l’uretra o l’ano.

      . Molti non presentano alcun sintomo ma hanno comunque l’infezione.

      . Per le donne, sanguinamento tra un ciclo e l’altro o durante/dopo i rapporti sessuali, oppure dolore addominale.

      Come si cura?

      Si cura con un ciclo di antibiotici, che possono essere prescritti in centri clinici specializzati o dal medico di base 

      Per aiutare a prevenire il contagio, usate il preservativo!

  • VERRUCHE GENITALI

    • Che cos’è?

      Il paillomavirus umano (HPV) è un virus che causa diversi tipi di verruche. Un tipo è costituito dalle verruche genitali, presenti su vagina, cervice, vulva, pene, ano, retto e uretra.

      Come si diffonde?

      Questa malattia venerea si diffonde facilmente tramite i rapporti sessuali e toccando le zone genitali infette.

      Le donne affette da HPV dovrebbero contattare un medico specializzato in malattie sessualmente trasmissibili, in quanto il virus può favorire lo sviluppo di cellule pre-cancerogene nella cervice. Anche altri tipi di HPV possono portare al carcinoma cervicale.

      Eseguire regolarmente il Pap test aiuta a individuare la presenza del virus e a prevenire lo sviluppo del carcinoma cervicale. 

      Quali sono i sintomi?

      La maggior parte delle persone non sviluppa verruche visibili e il virus si risolve spontaneamente.

      Chi sviluppa le verruche può avere piccole escrescenze carnose sulla pelle, in qualsiasi punto del corpo. Talvolta queste escrescenze possono essere accompagnate da una sensazione di bruciore nella zona genitale. 

      Come si cura?

      Le verruche genitali possono essere curate ma può passare molto tempo prima che si risolvano completamente.

      Sono disponibili varie terapie, tra cui:

      · Terapia laser

      · Crioterapia

      · Chirurgia

      · Farmaci – creme o soluzioni

      Devono sempre essere sottoposti al trattamento entrambi i partner. 

      Per aiutare a prevenire il contagio, usate il preservativo!

      *L’HPV non passa attraverso il preservativo, ma i preservativi non coprono l’intera area genitale. E’ quindi possibile infettare la pelle della zona circostante, anche con l’utilizzo del preservativo.

  • SIFILIDE

    • Che cos’è?

      La sifilide è una malattia venerea data da un microrganismo che infetta il sangue e altri liquidi corporei. Se non trattata tempestivamente, può essere molto pericolosa. 

      Come si diffonde?

      La diffusione di questa malattia venerea avviene mediante rapporti sessuali non protetti o lo scambio di sex toys con persone infette, per contatto diretto della pelle con persone che presentano le lesioni o le eruzioni cutanee tipiche della sifilide. 

      Quali sono i sintomi?

      L’infezione si presenta in tre fasi:

      ·Prima fase– una o più lesioni si riscontrano in genere vicino o all’interno della vagina e del pene, o talvolta della bocca e dell’ano. Le lesioni compaiono due o tre settimane dopo il primo contatto con una persona infetta, permangono da due a sei settimane e sono molto contagiose.

      ·Seconda fase- può comparire un’eruzione cutanea sul corpo, da due a sei mesi dall’infezione originaria.

      Possono inoltre comparire sintomi simil-influenzali, come febbre, mal di testa e mal di gola.

      Delle placche piatte simili a verruche si formano sulla vulva, nelle donne, e intorno all’ano nelle donne e negli uomini. Entrambe queste fasi possono passare inosservate. 

      Se non trattata:

      ·Terza fase- si verifica un danno permanente a cuore, cervello e altri organi, talvolta con esito fatale.

      Questa fase finale è piuttosto rara e può manifestarsi a distanza di molti anni dall’infezione, nel caso in cui questa non sia stata trattata. 

      Come si cura?

      Per curare l’infezione vengono prescritti degli antibiotici. Per evitare la reinfezione è importante trattare entrambi i partner. Potrebbero rendersi necessarie delle visite di controllo. 

      Per ridurre le possibilità di contagio, usate il preservativo!

  • EPATITE

    • Che cos’è?

      Epatite significa infiammazione del fegato e si manifesta in diverse forme. Il tipo di epatite è definito dalla durata della malattia e dalla potenza del virus. 

      Come si diffonde?

      L’epatite può essere contratta tramite rapporti sessuali non protetti con persone infette o entrando in contatto con sangue o liquidi sessuali, oppure per via oro-fecale. 

      Quali sono i sintomi? 

      Alcune persone non presentano sintomi, ma sono comunque affetti dal virus e possono quindi contagiare altre persone.

      Per l’epatite B, prima che si manifesti la malattia possono passare da 6 a 23 settimane dal momento in cui viene contratta l’infezione.

      I sintomi principali dell’epatite sono:

      · Ittero - in cui la pelle assume un colorito giallo

      · Dolore addominale, vomito, nausea e febbre alta

      · Sintomi simil-influenzali, mal di gola o tosse

      · Urina scura e feci chiare 

      Come si cura? 

      Per alcune forme di epatite esiste una terapia, che varia in base al tipo di epatite.

      La prescrizione della terapia appropriata spetta allo specialista (epatologo o gastroenterologo). La terapia può durare diversi mesi, in base alla gravità dell’infezione. Poiché il contagio dell’epatite avviene molto facilmente, più dell’HIV e di altre infezioni sessualmente trasmissibili (IST), è importante avere rapporti sessuali protetti.

      Per alcune forme di epatite esiste inoltre un vaccino.

      Per ridurre le possibilità di contagio, usate il preservativo!

  • TRICOMONIASI

    • Che cos’è?

      La tricomoniasi è un’infezione causata da un parassita presente nella vagina, nelle donne, e nell’uretra, negli uomini. 

      Come si diffonde?

      La diffusione della malattia venerea avviene mediante rapporti sessuali non protetti con persone infette.

      Quali sono i sintomi? 

      Questa infezione sembra colpire più di frequente le donne degli uomini e le donne possono trasmetterla tramite il contatto sessuale oppure condividendo sex toys non lavati o non coperti con un preservativo.

      Il 50% degli uomini e delle donne non mostra segni o sintomi. I segni e sintomi generalmente si manifestano nel giro di un mese dal contatto con la malattia.

      I sintomi principali sono:

      · Secrezioni vaginali fluide, di colore giallo o verde, schiumose e/o maleodoranti

      · Prurito o dolore vaginale

      . Dolore mentre si urina

      · Negli uomini, secrezioni insolite o dolore al pene 

      Come si cura?

      La terapia per questa malattia venerea consiste in un ciclo di antibiotici che uccidono il parassita curando così l’infezione. Il contatto sessuale deve essere evitato fino alla fine del trattamento. 

      Per aiutare a prevenire il contagio, usate il preservativo!

  • HERPES

    • Che cos’è?

      L’herpes è un’infezione virale che colpisce il sistema nervoso e fa parte della stessa famiglia della varicella, del fuoco di S. Antonio e della mononucleosi.

      L’herpes genitale è un herpes simplex, di cui esistono sono due tipi. Il virus herpes simplex di tipo 1 in genere causa lesioni intorno a bocca e naso, mentre quello di tipo 2 provoca lesioni solitamente nella zona genitale e intorno all’ano, che possono essere trasferite alla bocca.

      L’herpes si annida nel sistema nervoso centrale, in attesa di manifestarsi quando si è indeboliti o stressati. 

      Come si diffonde?

      L’herpes genitale (o herpes simplex) può diffondersi dalla zona genitale alla bocca nei seguenti modi:

      · Tramite rapporti sessuali orali, anali o vaginali con un partner infetto nel momento in cui l’herpes è manifesto

      · Toccando bocca/pene/vagina/ano del partner infetto e poi la propria bocca o i propri genitali. L’infezione può diffondersi anche tramite lo scambio di sex toys. 

      Quali sono i sintomi?

      Molte persone non mostrano segni o sintomi di questa malattia venerea.

      Possono contrarre la malattia sia le donne che gli uomini, con i seguenti sintomi:

      · Sensazione di bruciore, prurito o formicolio nella zona genitale o intorno all’ano

      · Dolore lungo le cosce, le gambe o l’inguine, sintomi simil-influenzali

      · Piccole vesciche che possono avere al loro interno del liquido e che, quando si rompono, diventano ulcere rosse e dolorose; queste vesciche possono nascondersi all’interno della vagina, della cervice e del retto

      . Dolore mentre si urina 

      Come si cura?

      Non esiste una cura! Una volta contratto il virus, questo resta per sempre.

      Tuttavia, un medico o uno specialista in malattie sessualmente trasmissibili possono prescrivere una terapia che controlli la comparsa delle vesciche.

      Per ridurre le possibilità di contagio, usate il preservativo!