Indietro Leggi

Non mi è mai successo...

Le insicurezze più diffuse tra gli uomini

Tutti hanno delle insicurezze ed “essere uomo” non significa negare i propri sentimenti: accettarvi così come siete è molto più virile. Ecco alcune delle preoccupazioni maschili più diffuse.

  1. Dimensione del pene:Pene piccolo? Troppo grosso? “Shower” (a riposo sembra lungo, ma l’erezione tradisce le aspettative) o “grower” (sembra piccolo, ma al momento clou dell'erezione riserva grosse sorprese)? Spesso le dimensioni del pene sono un dilemma sopravvalutato, un’ossessione mutuata dal porno: in realtà un pene piccolo non impedisce di avere rapporti soddisfacenti. Anzi, in alcuni casi agevola la sperimentazione di alcune pratiche senssuali, purché si usi un preservativo della misura giusta.
  2. Erezione: dalle erezioni involontarie in situazioni innocue (o neanche troppo) alla mancanza di turgore quando volete giocare, l’erezione può diventare un problema. Indossare slip o boxer attillati è il modo più semplice per tenere a bada l’eccitazione. Se al contrario avete difficoltà a mantenere l’erezione, non allarmatevi: forse il vostro corpo sta cercando di dirvi che non è il momento giusto per fare sesso, oppure siete sopraffatti dalle noie della vita quotidiana. Un partner rispettoso non vi giudicherà severamente, anche se forse vorrà essere rassicurato sul fatto che proviate attrazione solamente nei suoi confronti. Naturalmente, se l’attività a sud dell’ombelico desta più preoccupazioni del normale, non esitate a rivolgervi a uno specialista.
  3. Prestazioni sessuali: molti uomini ritengono che un rapporto sessuale, per essere davvero appagante, debba durare a lungo. In realtà non è una questione di quantità, bensì di qualità. Invece di concentrarvi su pensieri poco sexy per resistere all’eiaculazione precoce o per prolungare il più possibile il rapporto, dedicatevi prima al partner e lasciatevi andare solo durante il rapporto.

"Spesso le dimensioni del pene sono un dilemma sopravvalutato."