Indietro Leggi

Sesso e disabilità

Sfatiamo i luoghi comuni

Le supposizioni che molte persone fanno su sesso e disabilità sono tutt'altro che esatte. Il solo fatto di essere diversi dal punto di vista fisico o mentale non ci priva della nostra sessualità, ed è perfettamente possibile godere di una vita sessuale soddisfacente a prescindere. Ecco alcuni luoghi comuni correnti.

  1. Le persone disabili sono prive di sessualità.Anche se raramente i mezzi di comunicazione rappresentano le persone disabili con la loro sessualità, in realtà tutti abbiamo la stessa capacità di provare desiderio sessuale. Non dobbiamo aver paura di riconoscere i nostri desideri: se abbiamo bisogno di aiuto, l'assistente personale/operatore domiciliare giusto sarà in grado di assisterci.
  2. Le persone disabili non possono usare giocattoli sessuali.Ci sono giocattoli creati pensando alle necessità poste dalla maggior parte delle disabilità, anche con pulsanti più grandi, più facili da premere, impugnature lunghe e telecomando.
  3. Le persone disabili non sono sexy.Anche se i pregiudizi possono rendere gli incontri più difficili, l’internet ha spalancato una miniera di possibilità per stabilire rapporti. Se una persona è inibita dalla nostra disabilità, è un problema suo, non nostro, ed evidentemente non è una persona con la quale vale la pena vedersi.
  4. La disabilità non fa raggiungere l'orgasmo. Se è vero che alcune condizioni posso limitare l'eiaculazione o il climax, è vero anche che non esiste un solo tipo di orgasmo. Il sesso tantrico può rivelarsi un mezzo fantastico per esplorare le nostre capacità di godimento, ed essere altrettanto, se non più, intenso di pratiche più convenzionali.Vibratori ed elettrostimolatori (giocattoli che emanano impulsi elettrici anziché semplicemente vibrazioni) potenziati possono essere di aiuto persino nei casi di sensibilità limitata.
  5. Il sesso manca di spontaneità se si ha una disabilità. Anche se alcune disabilità possono limitare determinati atti sessuali, parlare di ciò che è o non è possibile non farà altro che permetterci di conquistare un'esperienza sessuale più soddisfacente. Del resto, i preliminari non sono sempre una questione fisica: dirsi sconcezze, scambiarsi fantasie può essere davvero molto eccitante, senza contare che si può fare al telefono o online così come dal vivo.
  6. Le persone disabili sono troppo innocenti per fare sesso.Alcuni credono che fare sesso con una persona disabile sia una forma di violenza. In realtà, chiunque sia dotato delle facoltà mentali di un adulto è perfettamente in grado di prendere decisioni da adulto. Quando il sesso è protetto, sano e consensuale, non c'è niente che ci deve preoccupare, a parte gli atteggiamenti prevenuti della società.

 Ogni disabilità è differente, ma esistono reti di sostegno che possono aiutarci ad affrontare gli aspetti pratici di una determinata disabilità relativamente al sesso. Non dobbiamo aver paura di chiedere aiuto, se ne abbiamo bisogno: tutti abbiamo diritto ai piaceri del sesso.

"Se una persona è inibita dalla nostra disabilità, è un problema suo, non nostro."

 

Error loading MacroEngine script (file: RelatedContentListing.cshtml)